Chi siamo

mamma papà genitori separati

Non vuoi leggere, ascolta!

Siamo due genitori separati che hanno deciso di raccontare il turbinio di emozioni e situazioni dopo la decisione di separarci. Decisione che ho preso io, la mamma, dopo che ci siamo persi come coppia.

La frase che ci rispecchia moltissimo è questa:

“Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde.”
dal libro "Castelli di rabbia" di Baricco

Ho letto questo libro la prima volta quando avevo circa 20 anni e, da allora, questa frase è diventata il mio mantra in ogni situazione difficile in cui mi sono trovata, in ogni circostanza che in qualche modo mi abbia cambiato la vita, come quella che ho vissuto: diventare madre e poi separarmi.

Io e Emanuele (il padre di Chloe) ci siamo incontrati nel 2016.

È stato un colpo di fulmine e da allora la nostra vita è cambiata moltissimo. A fine 2016 siamo andati a visitare Corfù, e a luglio del 2017 ci siamo trasferiti (io incinta di 4 mesi). Chloe, la nostra meraviglia, è nata a gennaio in quell’isola stupenda. Poi per vari motivi siamo tornati a Milano e a gennaio 2019 ci siamo lasciati. Da quel momento siamo entrati a far parte dei genitori separati.

Essere genitori separati

Il mondo dei genitori separati è a sé, è un mondo dove sorgono tanti altri problemi e difficoltà, oltra a quelli che si possono avere per il solo fatto di essere genitori.

E’ un mondo fatto di muri altissimi e invalicabili, eretti per rabbia, rancore e delusione. Muri che spesso neanche noi vogliamo buttare giù per paura di soffrire ancora.

Io Ema e Chloe

Trovare il punto di incontro tra genitori separati

Il primo periodo dopo la separazione è stato difficilissimo. Tanti scontri, discussioni assurde e bastoni tra le ruote messi a vicenda.

Poi abbiamo trovato un punto di incontro: nostra figlia e il suo benessere. Da lì le cose sono iniziate a migliorare e ora siamo genitori sereni che parlano e discutono in modo positivo per accompagnare nel miglior modo possibile Chloe nel suo percorso: la vita.

In questo blog abbiamo deciso di raccontare la nostra esperienza come genitori separati senza filtri e in modo diretto. Non c’è nulla di cui vergognarsi nell’aver passato momenti terribili, nell’aver avuto l’istinto di farsi del male dopo la rottura, è tutto molto umano e naturale. Però, arriva il momento in cui va presa una direzione e bisogna scegliere da che parte si vuole andare.

Si può decidere di continuare a farsi la guerra facendo inevitabilmente del male ai figli, oppure scegliere di sforzarsi sopra ogni immaginazione e arrivare ad un compromesso che porti serenità nella vita di tutti.

Noi abbiamo scelto la serenità. Non è stato facile, non lo è nemmeno ora, ma siamo felici della direzione presa.

Come ci siamo riusciti? Ve lo raccontiamo nei nostri articoli un pezzettino alla volta.

Buona lettura